TANTRA      SESSIONI    percorsi avanzati

 

Le esperienze di Tantra hanno lo scopo di portare in contatto con il sentire e il piacere del corpo, di riattivare la capacità di aprirsi al contatto con gli altri in uno spazio di fiducia e amore. il Tantra è’ una possibilità per esplorare in modo morbido e graduale gli argomenti connessi con la sessualità, l’intimità e il piacere, acquisendo una maggiore capacità di rilassarsi insieme agli altri superando ansia e disagio, acquisendo maggiore accettazione e amore per se stessi e il proprio corpo, maggiore autostima, maggiore contatto con il piacere attraverso il rilassamento e la meditazione. Durante i seminari e i corsi di Tantra si sperimenta attraverso esercizi di respiro, esercizi tantrici e tecniche che hanno lo scopo di portare le persone ad un livello di rilassamento in cui viene creato lo spazio affinchè la meditazione accada.

 

 

Il termine Nadi proviene dal Sanscrito e significa tubo, canale o vena. Tali canali sarebbero le vie attraverso le quali passa il Prana, inteso come energia vitale o soffio, per alimentare tutte le parti del corpo. Quella positiva/maschile, è ascendente; l'altra, negativa/femminile, è rivolta verso il basso. Entrambe terminano nelle narici.

Le tre nadi principali sono: #sushumna è forse il più importante dei canali di energia. Si situa nel Merudanda (Danda: bastone; Meru: la montagna asse del mondo della mitologia Indu), ovvero nell'asse cerebrospinale che parte dall'estremità inferiore del tronco fino ad arrivare all'estremità della testa, la cosiddetta corona. Sushumna viene descritta come di colore rosso fuoco (Agni)

#Ida, si avvolge intorno al sushumna trasportando le due polarità energetiche, che termina nella narice sinistra (parte del corpo a polarità negativo-femminile) ed è associata all'energia lunare

#Pingala, si avvolge intorno al sushumna trasportando le due polarità energetiche, che termina nella narice destra (parte del corpo a polarità positivo-maschile) ed è associata all'energia solare

 

TRATTAMENTO OLISTICO kasmiro TOCCO TANTRA DELLE NADI

 Il Tocco Tantra delle Nadi fu insegnato e praticato migliaia di anni fa all’interno della cultura tantrica, come si puo’ osservare nell’antico Kubijka Tantra e nell'antico Egitto fu chiamata anche Terapia Essena avendo gli Esseni riutilizzato una parte di questa scienza terapeutica che oggi e' stata riattivata. Infatti sulla Isola egizia Elefantina in antichita’ esisteva una comunita’ mista che accoglieva e condivideva tutte le conoscenze del mondo (ebraica, buddista, celtica, tantrica ecc.) e in quel luogo sono avvenuti degli intensi scambi di esperienza mutevole tra Maestri delle varie discipline.

 

 Ricordiamoci che Gesu' aveva avuto delle iniziazioni tantriche nei suoi viaggi in Oriente tra i 13 e i 32 anni (gli anni di cui i Vangeli omettono di raccontare), prima del suo ritorno in Palestina, e dei suoi viaggi rimane riscontro storico nei registri dei templi orientali. Se ne puo' trovare traccia nei libri di H.Kersten "La Vita di Gesu' in India", F.Hassnain "Sulle tracce di Gesu' L'esseno", E. Prophet "Gli Anni perduti di Gesù", D.Donnini "Cristo una vicenda da riscoprire", E.Whitworth "Vita segreta di Gesù", D.Donnini "Le nuove ipotesi su Gesù". Alcuni dei miracoli operati da Gesu' furono manifestati in base alle conoscenze delle #Nadi assieme al fluido potente energetico che ovviamente emanava.


 

 
 
 
 
 
 

MASSAGGIO  TANTRA  KASHMIRO rituale

 

Il massaggio Kashmiro è un particolare MASSAGGIO rituale TANTRA che permette la piena connessione con l’ascolto del Sé, come tutte le tecniche che racchiudono questa filosofia orientale (per esempio lo yoga). Il massaggio Kashmiro è molto coinvolgente, lento, affettivo, quasi materno e meditativo.Ed è una pratica di profonda Spiritualità.

 

Indicato a chi ha già un suo percorso personale .

 
               DURATA  90 MINUTI           costo E. 180,00
 

   

Viene chiamato Shivaismo Kashmiro l’antica scuola esoterica sviluppatasi tra il VIII e il X secolo D.C. nella zona del Kashmir nel nord dell’India.

 Questa antica scuola di pensiero è considerata una delle più elevate vie di yoga mai esistita, una via spirituale suprema che ha come meta l’identificazione totale con la Coscienza Universale, rappresentata dall’archetipo di Shiva. La caratteristica principale del pensiero “Shivaita” è il concetto del “monismo” ( si contrappone, infatti, al “dualismo” Vedantico), ossia l’idea che tutte le cose sono una manifestazione della Coscienza Universale (Cit), perciò la realtà manifesta (Shakti) non è illusione ( come sostiene il pensiero Vedantico ) ma è parte del tutto, è solo la nostra percezione ad essere limitata. Attraverso Shakti si può raggiungere l’unione con Shiva, trascendendo la dualità.